Le slide dell'intervento del Prof. Vittorfranco Pisano

Prof. Ely Karmon, International Institute for Counter Terrorism (ICT), estratto dalla relazione: "La strategia urbana di Israele contro il terrorismo": "Il modo più efficace per prevenire il terrorismo che colpisce la popolazione civile è chiaramente l’identificazione e la reazione alle minacce terroristiche prima che esse si attualizzino. Questa responsabilità include lo sviluppo dell’attività informativa, l’impiego di capacità operative impostate sulle informazioni raccolte e la disarticolazione delle strutture terroristiche.La raccolta di informazioni ad opera  della polizia è effettuata in collaborazione con una serie di altre agenzie in Israele, tra cui l'esercito e il Servizio di Sicurezza a livello locale e nazionale e comporta una  chiara  separazione di autorità e la condivisione dell'intelligence. INP sostiene che oltre il 90% di attacchi pianificati sono impediti."

CONCLUSIONE

L'Opera di contrasto al terrorismo non è solo fatto da "teste di cuoio", cioè dalla repressione, ma ANCHE dal monitoraggio del territorio (prevenzione). Ed è qui infatti che diventa fondamentale l'apporto della Polizia Locale. E' questo che gli illustri docenti internazionali, come il Prof. Vittorfranco Pisano, il Prof. Alessio Piccirilli e il Prof. Ely Karmon hanno detto a questo convegno. Allo stesso modo la Polizia Locale, per compiere pienamente questa mission, deve poter accedere alle informazioni necessarie per conoscere, ad esempio, se una persona ha precedenti specifici o è evaso. Nessuno ha neanche mai pensato a mitra o bazooka.... Si tratta solo di finalizzare, in buona sostanza, l'enorme quantità di informazioni che riceviamo durante il nostro lavoro !